Product was successfully added to your shopping cart.
Dosaggio Zero

Dosaggio Zero

Maso Nero

L’azienda Agricola Zeni vanta la prima spumantizzazione nel 1986 evolvendo la propria tecnica di trasformazione delle uve Chardonnay e Pinot Nero, ottenendo ad oggi il Maso Nero Riserva ed il Maso Nero Rosè. Nella vendemmia 2008 è nata l’idea di ottenere un metodo classico con una varietà dal grande potenziale aromatico e di longevità: il Pinot Bianco. Il vigneto è posto a 450 m s.l.m. ed allevato a spalliera, garanzia di un’uva dalle caratteristiche ideali per la creazione di una base spumante a regola d’arte. La vinificazione in cantina avviene completamente in legno partendo dalla fermentazione con un lungo affinamento nelle stesse barrique e arrivando fino al momento del tiraggio. Seguono quindi 24 mesi di sosta in bottiglia che permetteranno alla base spumante di completare la sua seconda fermentazione ed allo stesso tempo affinare le proprie caratteristiche. La sua grande potenza ci ha suggerito di lasciare inalterate le sua caratteristiche ottenendo così un Dosaggio Zero di grande mineralità, eleganza e piacevolezza. Nasce così il Maso Nero Dosaggio Zero in edizione limitata di 954 bottiglie interamente numerate a mano e confezionate singolarmente.

Colore

Giallo paglierino intenso

Profumo

Intenso e fragrante di vaniglia tostata

Gusto

Rotondo e opulente con un piacevole sentore di cioccolato

Accostamenti

Pregevole come aperitivo, ottimo su antipasti e piatti delicati a base di pesce. Accompagna superbamente tutto il pasto

Temperatura di servizio

6/7 °C

Vitigno

Pinot Bianco su portainnesto Teleki otto

(V.Berlandieri x V.Riparia)

Terreno

Spalliera potata a guoyot con sesti d'impianto 2x1 m.
Maso Nero posto sulle colline avisane ad un'altezza di 450 m s.l.m.

Vinificazione

Vendemmiato il primo settembre per mantenere integra l’acidità naturale e la sua carica intensa di frutta acerba.

L’uva raccolta intera in casse, arriva in cantina per essere delicatamente ammostata.

Affinamento

Dopo l ’ammostatura il mosto inizia a fermentare in legno ad una temperatura oscillante tra i 18 e 20 gradi e poi lentamente esegue la seconda fermentazione cioè la malolattica, atta ridurre la acidità naturale.

Il vino così ottenuto è stato imbottigliato assieme ad una pregiata cuvè di lieviti e zuccheri, per eseguire la rifermentazione in bottiglia ed ottenere la classica spuma.

Dati Analitici

sboccatura 2016

Alcol 12,5 % vol, acidità fissa 6,1 g/l, estratto 30 g/l

Disponibilità: Disponibile

34,00 €

Tutta la linea

Organizza la tua visita in cantina

Maggiori informazioni